Portale ufficiale

C'era una villa romana - Massimo Panicucci

Messaggio di errore

  • Unable to create CTools CSS cache directory. Check the permissions on your files directory.
  • Unable to create CTools CSS cache directory. Check the permissions on your files directory.

DATA EVENTO

da Sab, 12/11/2016 - 17:00 a Gio, 12/01/2017 - 23:59

RECAPITI

Museo Magma GR
Italia
Grosseto
Categoria evento: 

“C’era una villa romana” di Massimo Panicucci al Magma


La
terza iniziativa degli “Incontri d'autunno”, all'interno della collaborazione
tra Irta Leonardo (Istituto di Ricerca sul Territorio e Ambiente) e  Magma Follonica, riguarderà il mondo degli
Etruschi, raccontati con un linguaggio particolare, che è quello del fumetto.


Le tavole che saranno esposte al
Magma fanno parte dei lavori preparatori per il libro a fumetti “C'era una
villa romana: cinque archeostorie a fumetti da Vignale di Maremma”, illustrato
da Massimo Panicucci e scritto dall'archeologa Elisabetta Giorgi. Il Magma
ospita una sezione dedicata agli Etruschi con una particolare costruzione
multimediale con un plastico “parlante”, con cui una voce dall'inconfondibile
accento toscano, racconta ai visitatori come si svolgeva la vita di ogni giorno
e in particolare come si svolgesse la lavorazione del ferro. Il fumetto di
Massimo Panicucci si colloca al Magma proprio nel solco della curiosità di
sperimentazione dei linguaggi, utilizzando la narrazione del graphic novel, per
creare uno strumento divulgativo che è adatto a tutti, bambini e adulti. Le
cinque archeostorie del libro di Massimo Panicucci ed Elisabetta Giorgi sono
emerse dalla terra, dagli scavi archeologici e dalla capacità di leggere i
segni che il passato custodisce; l'immaginazione, il disegno, hanno continuato
ad unire i frammenti di questo passato per raccontare una storia. Massimo
Panicucci nasce a Piombino il 27 luglio 1953 dove vive e lavora come grafico
pubblicitario e illustratore per aziende italiane ed estere. Disegnatore di
soggetti ironici, ha pubblicato in passato fumetti e strisce su vari periodici
e magazines quali Frigidaire, Fumo di China, Tracce e tanti altri. Illustra
racconti per bambini e ragazzi per conto di importanti case editrici. Studia i
linguaggi multimediali, li mescola, li utilizza e li orienta su altri versanti
espressivi. Di tutta la sua vasta produzione citiamo “Farfallandia, la terra
dell’amore blu” (Emotion Edizioni), “Il viaggio di Birdy” (Shalom), la collana
di “Sherlock Holmes” Arthur Conan Doyle (Arnoldo Mondadori Editore). Il
concetto di Massimo Panicucci di “Cinema su carta” racchiude i requisiti propri
del linguaggio cinematografico «Esattamente come sulla pellicola, la graphic
novel usa l’astuzia visiva che permette alla sceneggiatura di prendere forma.
Le illustrazioni parlanti racchiuse in quadri e collegate fra di loro da
un’impaginazione armonica e sapiente, scandiscono il ritmo e il passaggio del
tempo, elementi propri della narrativa. Il montaggio della successione delle
tavole, infine, conferisce all’opera su carta una particolare forma
estetizzante, che fa di questo linguaggio espressivo una vera e indiscussa arte
visiva». L’inaugurazione della mostra è prevista al Magma sabato 12 novembre
alle ore 17 e sarà introdotta dal Presidente dei Parchi Val di Cornia, Francesco
Ghizzani Marcìa. Durante la mostra sarà possibile grazie alla collaborazione
dell’ “Associazione Cultura e Spettacolo di Riotorto”, che ha prodotto il libro
di Massimo Panicucci e Elisabetta Giorgi, acquistare il libro da cui sono
tratte le tavole della mostra “C’era una villa romana: cinque archeostorie a
fumetti da Vignale di Maremma” e il ricavato delle vendite sarà devoluto a
Telethon.